giovedì 23 maggio 2013

LA FORMA DEL VOTO

I dati dell’affluenza al voto confermano una
grande disaffezione al voto di giornalisti e giornaliste, con una
percentuale di assenteismo molto alta che sfiora complessivamente il 90
% dei professionisti e dei pubblicisti messi insieme. 

Perché si
sceglie di non andare al voto, di non esprimersi attraverso uno dei
modi più importanti, in democrazia, per partecipare alle decisioni che
riguardano tutte e tutti?
C’è qualcosa o qualcuno che impedisce oppure
ostacola questo tipo di partecipazione e come?
E qual è il vero
significato che diamo al voto?

Nessun commento:

Posta un commento